Página principal

Dopo un lungo periodo di silenzio, nel novembre del 1998, l'ezln convoca un incontro con la società civile e la cocopa


Descargar 404.62 Kb.
Página3/16
Fecha de conversión23.09.2016
Tamaño404.62 Kb.
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   16

GIUGNO

01 giugno ’99 El Limonar, Palenque: 300 soldati fanno irruzione nella comunità per sciogliere una manifestazione zapatista contro la tala de madera. Gli indigeni denunciano pressioni contro le comunità ubicate nei municipi di Ocosingo e Chilon.

01 giugno’99 El censo, Cannada Taniperla, Ocosingo: Tre camion della Seguridad Publica raggiungono e circondano la casa di Joaquin Hernandez Guzman, che era assente. Viene aggredita la famiglia con violenza, saccheggiata la casa e minacciato di morte il Sig. Joaquin Hernandez Guzman.

03 giugno’99 Betania, Cañada La Soledad: Incursione di un convoglio militare e persecuzione di alcuni indigeni simpatizzanti per l’EZLN.

04 giugno’99 Nazareth, Municipio di Ocosingo: giungono nella comunità 34 veicoli militari, 6 camion di Pubblica Sicurezza, 20 camionette della polizia statale e giudiziale con più di mille uomini, stabilendovi un accampamento. Circa 300 indigeni zapatisti fuggono nelle montagne circostanti abbandonando le abitazioni.

06 giugno’99 San Jose, Region Selva: 200 soldati entrano nella comunità, la saccheggiano e perquisiscono per varie ore e poi si ritirano.



Santa Lucia, Cañada norte: Agenti di Pubblica Sicurezza assassinano Candido Arcos Torres, simpatizzante zapatista della comunità di Jolnopa.

09 giugno’99 La Trinidad (Cañada de Las Tazas, Ocosingo): 700 tra soldati ed agenti di pubblica sicurezza si introducono nella comunità impiantando un accampamento militare. La Radio de Chiapas annuncia che sono stati gli stessi abitanti della comunità a richiedere l’intervento militare per proteggere la propria sicurezza.

10 giugno‘99 Caso Acteal: cinque indigeni accusati per il caso Acteal accusano la Polizia di Seguridad Publica di essere la responsabile materiale del massacro di 45 indigeni.

14 giugno’99 Municipio autonomo de San Manuel: Alle 9 del mattino 5 carri dell’esercito federale tentano di catturare persone al lavoro nei campi. Successivamente un uomo viene fermato ed interrogato sotto minaccia di armi. Gli uomini dell’esercito sono stati visti sempre accompagnati da uomini del MIRA (Movimento Indigeno Rivoluzionario Antizapatista)

18 giugno’99 Ejido Misopa Chinal, municipio de Tila: La comunità manifesta il proprio disappunto per i ripetuti passaggi a bassissima quota (100 mt) di un aereo dell’Esercito Messicano e per il transito di numerosi convogli delle forze militari.

22 giugno’99 Suchilà: Luis Alfonso Utrilla, segretario del governo dello stato aiuta un gruppo di delinquenti che si fanno passare per presunti militanti zapatisti, fornendo un trattore, polli, alcune vacche, sementi e cemento in cambio della ritrattazione pubblica del movimento armato.

Un gruppo di campesinos zapatisti denunciano la preoccupazione provocata dalla presenza della Polizia di Pubblica Sicurezza e ne chiedono l’allontanamento.

26 giugno’99 Nazareth, municipio di Ocosingo: Membri dell’EZLN cacciano dalla comunità gli agenti di polizia che vi si erano installati dal giorno 4 giugno.



LUGLIO

01 luglio ‘99 Ocosingo: 4000 indigeni di organizzazioni indipendenti, militanti di partiti politici e maestri della regione Selva si scontrano con 100 poliziotti ad Ocosingo nel tentativo di occupare la presidenza municipale esigendo l’uscita dell’Esercito federale dalle comunità, la fine delle azioni militari a Las Cañadas e la destituzione del presidente municipale del PRI.

02 luglio ‘99 Comunità di Trinidad, municipio di Ocosingo: effettivi dell’esercito federale e agenti di sicurezza pubblica saccheggiano illegalmente 12 case della comunità.

05 luglio ‘99 Sostenitori dell’EZLN denunciano che negli ultimi giorni sono aumentate le mobilitazioni militari e della polizia nella zona Las Canadas, municipio di Ocosingo.

07 luglio ‘99 Misopà Chinal, municipio di Tila: in un documento diretto alla Commissione Nazionale dei Diritti Umani, abitanti della comunità denunciano che i militari realizzano voli a bassa quota e pattugliamenti in questa zona, come parte di una campagna di intimidazione.

San Pedro Michoacàn, Las Margaritas: il consiglio autonomo, denuncia che i militari che sorvolano la zona atterrano nei campi coltivati; inoltre, si realizzano fumigazioni che provocano gravi danni alla produzione agricola, contaminando anche l’acqua e l’aria.

Yutniotic, municipio di San Juan Chamula: abitanti della comunità denunciano la presenza di gruppi armati, che minacciano di morte la popolazione, protetti dal sindaco PRIìsta.

12 luglio ‘99 Gli 11 prigionieri del Municipio Autonomo Tierra y Libertad, reclusi nel Centro di Riabilitazione Sociale n.3 di Tapachula iniziano lo sciopero della fame a tempo indefinito. Più di 1500 persone piantonano il parco Miguel Hidalgo di Tapachula al fine di fare pressione sul governo statale e federale per la libertà di questi prigionieri.

15 luglio ‘99 Ejido El portal, Municipio Autonomo di Tierra y Libertad: un gruppo di militanti del PRI (priisti), il partito di governo, armati con pali, macete e armi da fuoco attacca decine di simpatizzanti zapatisti che reinstallavano il servizio dell’acqua potabile, sospeso dagli stessi priìsti. All’aggressione presenziano più di 20 elementi della polizia e vari funzionari del governo statale che non fermano gli aggressori, bensì gli aggrediti. Durante l’attacco viene ferito da un proiettile uno zapatista che entra in stato di coma.

Piano di rimunicipalizzazione: viene approvata la proposta del sostituto governatore Roberto Albores per la creazione di 7 nuovi municipi in Chiapas.

16 luglio ‘99 La Segreteria della Difesa Nazionale informa che il giorno 15 sono entrati in Chiapas 6 mila militari che pianteranno circa 7 milioni e mezzo di alberi nella Selva Lacandona.



Deputati locali di PAN, PRD e PT rifiutano la decisione della maggioranza priìsta di approvare la creazione di 7 nuovi municipi in zona di influenza zapatista, spiegando che questa azione viola gli accordi di San Andrés e allontana la possibilità di arrivare ad un accordo di pace con l’EZLN.

17 luglio ‘99 La PGJE (Procuraduria de Justicia del estado) consegna 4 campesinos simpatizzanti dell’EZLN, accusati di “attentati contro la pace e contro l’integrità patrimoniale dello stato, lesioni e associazione a delinquere” durante i fatti avvenuti a El Portal il giorno 15 Luglio, al Centro di Riabilitazione Sociale n.5. L’avvocato difensore denuncia il caso come un atto di repressione politica mascherato da amministrazione della giustizia.

Nessun priista del gruppo di aggressori è stato trattenuto o disarmato.

I priisti impediscono alle famiglie zapatiste di El Portal di rientrare alle loro case.

20 luglio ‘99 Caso Acteal: condannati a 35 anni di carcere 20 presunti integranti del gruppo responsabile dell’assassinio di 45 indigeni nella strage di Acteal (22 dicembre ‘97). I dirigenti statali di PAN, PRD, PVEM e PT si dichiarano insoddisfatti della sentenza in quanto non sono stati puniti gli ex-funzionari statali che erano coinvolti nei fatti di Acteal.

27 luglio ‘99 L’Istituto Nazionale di Migrazione chiama a comparire 3 statunitensi, che hanno visitato il giorno 12 la comunità di Oventik, municipio di San Andrés Larrainzàr; verranno invitati ad uscire dal paese per aver violato le leggi migratorie e per aver realizzato “turismo rivoluzionario”. Queste persone appartengono alla Prima Carovana Educativa per la Pace e si occupano di continuare la costruzione della scuola di Oventik.



22 sindaci di PAN e PRD rifiutano la creazione dei sette nuovi municipi, assicurando che la rimunicipalizzazione é una strategia per favorire il PRI nelle prossime elezioni.

28 luglio ‘99 Ejido di Monteflor, municipio Las Margaritas: autorità dell’ejido, denunciano che militari hanno aggredito i contadini di questa zona.

29 luglio ‘99 Tierra y Libertad: il consiglio autonomo denuncia che priìsti della comunità El Portal hanno minacciato gli zapatisti, costringendo alcune famiglie a fuggire dalla comunità.

Abitanti di Chilòn rifiutano la rimunicipalizzazione.

1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   16


La base de datos está protegida por derechos de autor ©espanito.com 2016
enviar mensaje